Ardeaseal materiali

I Materiali

Per ottenere le prestazioni attese dal prodotto sono stati utilizzati tecnopolimeri idonei selezionati con questi obiettivi:

  • Proprietà meccaniche e di resilienza (costanza e uniformità nel tempo).
  • Proprietà di permeabilità ai gas, soprattutto all’O2.
  • Proprietà di inerzia chimica (assenza di interazione tra contenuto e superfici della chiusura a contatto diretto).

I risultati hanno determinato una serie di caratteristiche ottenibili solo attraverso un insieme di tre componenti distinti, ognuno dei quali con un suo compito preciso:

Il Telaio
Il telaio è l'anima, il componente strutturale della chiusura ArdeaSeal e ha il compito di “imbrigliare” il sistema in condizioni d’uso, evitandone l’allungamento e garantendo il mantenimento dell’interferenza con il vetro, uniforme e costante nel tempo. E' un elemento rigido di supporto e di contenimento, realizzato in tecnopolimero ad alta rigidità con processo di stampaggio a iniezione. Questa soluzione è protetta da brevetti internazionali.
Il telaio ha anche il compito di guidare l’inserimento del cavatappi, che diventa agevole e protegge da eventuali rischi di rottura del collo in vetro.

Lo Scudo
L'unico componente a contatto con il vino. La presenza dello scudo con questa precisa funzione ha consentito l’impiego del miglior tecnopolimero disponibile in termini di assenza di interazioni chimiche.
La tecnologia di produzione è, anche in questo caso, lo stampaggio a iniezione.
A conferma dell’attenzione dedicata, questo componente viene prodotto senza alcuna additivazione.

Il Corpo
Realizzato nell’ultima fase produttiva (sovrastampaggio), il corpo è la parte comprimibile che, grazie all’interferenza con la superficie interna del collo della bottiglia, garantirà con uniformità e costanza la tenuta nel tempo.
Il materiale utilizzato è un elastomero termoplastico e la tecnologia di processo è il sovrastampaggio a iniezione assistito da espansione realizzata con agenti specifici.
La fase di ricerca e sviluppo di questo componente ha richiesto l’applicazione di una tecnologia con impiego di azoto in fase supercritica, sviluppata dal M.I.T. di Boston per “schiumare” il tecnopolimero che lo compone.
La parte del corpo all’interno del telaio funziona da supporto per il cavatappi.

Le materie prime utilizzate sono sottoposte preventivamente a scrupolosi controlli al fine di garantire il rispetto delle specifiche e la massima prestazione.

Trattandosi di prodotti destinati al contatto con alimenti, le norme vigenti (Direttive Europee sul contatto alimentare - F.D.A.) sono state considerate solo come piattaforma di riferimento, avendo ridefinito protocolli interni più stringenti.


Scarica Scheda Tecnica

fix
fix
CORO Equipement Srl
Strada Ronco Riccarda, 2/3 - 15057 Tortona (AL) Italy
Tel. 39 0131 031 021 - Tel. 39 0131 185 8760 - Tel. 39 0131 185 8761
Fax 39 0131 031020
info@ardeaseal.com